Tutte le otturazioni sono effettuate in materiali bianchi. Rimozione di vecchie otturazioni in amalgama e loro sostituzione con materiali bianchi estetici

L’AMALGAMA (detta impropriamente piombatura).
E’ una lega di diversi metalli resa plasmabile grazie al mercurio, è stato il materiale maggiormente utilizzato per più di un secolo.
Miliardi di denti sono stati otturati con l’amalgama, queste ricostruzioni possono durare egregiamente per molti anni, anche se esteticamente non è ben accettato dai pazienti. Infatti inizialmente ha un colore argentato/metallico e con il passare dei mesi va incontro ad ossidazione ed assume un aspetto sempre più scuro.
Inoltre negli ultimi anni, nonostante manchino delle prove scientifiche inoppugnabili, è in continuo aumento da parte dei pazienti la richiesta che non vengano utilizzati su di loro materiali che contengono mercurio, metallo fortemente tossico ed inquinante.
Per questi motivi sempre piu’ persone scelgono di farsi sostituire le otturazioni in amalgama con i materiali compositi, estetici e sicuri.

OTTURAZIONI ESTETICHE IN MATERIALE COMPOSITO
Le otturazioni estetiche eseguite con materiali compositi, hanno ormai soppiantato la vecchia e discussa amalgama Dente isolato in diga, con otturazione in amalgama rimossa. (piombatura).
Fino a qualche anno fa questi materiali erano utilizzati soltanto sui denti anteriori, oggi, grazie al migliore potere adesivo da un lato ed una maggiore resistenza dall’altro, possono essere utilizzati anche nei settori posteriori, dove la forza masticatoria è maggiore.
Studi clinici hanno dimostrato che la vita media di queste otturazioni aumenta adottando una buona igiene orale e facendole controllare periodicamente al dentista, perché in caso di piccole lesioni o in presenza di un inizio di carie secondaria possono essere.

Quando la perdita di sostanza del dente è notevole e ci siano le indicazioni cliniche l’utilizzo di questi materiali è possibile anche con la tecnica dell'intarsio, che consiste nel fare preparare dal laboratorio odontotecnico la parte di dente mancante che verrà poi "incollata" sul dente.